Docufilm sulla vita di Giancarlo Siani “Da Grande voglio fare il giornalista” - Convegno 7 giugno 2019

Paolo Siani

8 giugno alle ore 05:51 ·

Ieri mattina a San Giuseppe Vesuviano, gli studenti dell’Istituto Einaudi - Giordano hanno presentato il loro docufilm “Da grande voglio fare il giornalista “liberamente ispirato al film Fortapasc e alla vita di Giancarlo.
Mi ha detto alla fine della mattinata uno dei ragazzi attori, visibilmente commosso come me, che aver partecipato a questo progetto e aver interpretato Giancarlo lo ha reso migliore. I ragazzi nella loro reinterpretazione della storia hanno scelto di non far morire Giancarlo, hanno immaginato che quei colpi bastardi della camorra andassero a vuoto. E allora mi è venuto in mente che anche Marco Risi aveva scelto un finale per Fortapasc, in cui Giancarlo, dopo l’agguato mortale, ricompariva e salutava da lontano me e i miei figli che non ha mai potuto conoscere. E io gli chiesi di modificarlo, perché Giancarlo, purtroppo, nella mia vita non è più ricomparso e infatti il finale di Fortapasc è diverso. E allora, oggi, guardando il docufilm di questi ragazzi di appena 18 anni ho pensato che effettivamente per loro Giancarlo davvero non è morto, ma è ben presente nelle loro vite e sono affascinati dalla sua storia, studiano i suoi articoli, ne discutono in classe con i loro professori e parlando di Giancarlo lo tengono ancora in vita. Questo è il miracolo che io, disperato e straziato dal dolore, speravo che accadesse quel 23 settembre alle 21,40 di 34 anni fa. Oggi mi è sembrato di vederlo realizzato quel sogno disperato.

Galleria Foto